La nascita
della citta' musicale

Operápolis è un programma basato su un piano d’azione pluriennale che opera a livello locale, regionale, nazionale ed internazionale.

Nato dall’idea di un gruppo di giovani artisti, vuol essere un’opportunità di crescita e di reazione all’attuale momento storico di regresso socio-culturale.
La creazione di una realtà musicale collettiva finalizzata non solo alla produzione concertistica ma soprattutto alla realizzazione di un processo virtuoso in ambito formativo, rappresenta il punto focale dell’azione programmatica nonché la chiave per l’evoluzione progressiva e la sostenibilità futura della realtà stessa.

Il Programma prevede numerose azioni tra le quali: la costituzione della Compagnia Lirica, Coro e Orchestra Simon Boccanegra; la produzione di stagioni concertistiche; la creazione del primo Polo Culturale di Genova per la formazione di musica d’assieme, preparazione degli spettacoli e incontro promotori/esecutori/beneficiari delle attività; la realizzazione di percorsi formativi nelle scuole volti alla sensibilizzazione musicale attiva e alla moltiplicazione dei beneficiari dell’attività programmatica; la costruzione di una folta Rete di collaboratori finalizzata al sostentamento della realtà e alla crescita/divulgazione esponenziale del programma.

Leggi tutto Leggi l'intero programma
L’etimologia del nome del Programma “Opera - Polis” rappresenta una sintesi dello spirito e delle finalità che lo stesso intende perseguire.

Opera

è un termine latino che indica un lavoro. Nel contesto musicale con questo vocabolo si identifica in generale la creazione del compositore ed in particolare il melodramma italiano. La genesi di un brano musicale rappresenta un perfetto esempio di

armonia

: singoli elementi (suoni) vengono fusi magistralmente per concepire un’architettura unitaria dal significato superiore. Il melodramma, che per antonomasia rappresenta l’unione di molteplici forme musicali e svariate espressioni artistiche, unisce invece il genere teatrale con quello musicale creando uno degli esempi più perfetti di

assieme

. La produzione di un’Opera Lirica vede infatti cantanti, attori, compagini orchestrali e corali oltre che registi, scenografici, costumisti e tecnici delle più svariate materie, collaborare insieme verso il fine comune che si traduce nel miracolo della performance finale.

Il concetto di

Polis

rimanda invece alla struttura tipicamente greca che prevedeva l’attiva partecipazione degli abitanti liberi alla vita politica. Peculiarità della polis era infatti l’isonomia: il fatto che tutti i cittadini liberi soggiacessero alle stesse norme di diritto, secondo una concezione che identificava l’ordine naturale dell’universo (kòsmos) con le leggi della città, concepite come un riflesso della Legge universale preposta a governo del mondo. L’armonia esistente tra la polis e gli individui che ne facevano parte era assimilata così a quella esistente in natura fra il tutto e le sue singole parti. In virtù di una tale corrispondenza l’uomo greco era portato a sentirsi organicamente inserito nella sua comunità; ognuno trovava la propria realizzazione nella partecipazione alla vita collettiva e nella costruzione del bene comune.

I concetti di Opera e di Polis sintetizzano così le premesse sulle quali il Programma intende avviare l’azione di rilancio dell’ attività artistica, formativa e sociale:

investimento

individuale e

cooperazione

fra persone e realtà nel territorio. In un momento di difficoltà è fondamentale al fine di produrre risultati competitivi sia sotto il profilo della qualità che della sostenibilità economica, un buon impiego delle risorse ed un cambiamento sostanziale dei criteri di produzione e di proposizione delle attività artistiche. Una realtà culturale fondata sulla collaborazione e sull’investimento responsabile di ciascuno dei suoi componenti condurrà ogni socio, collaboratore e coesecutore, tutti selezionati attraverso un criterio meritocratico e di competenze, a sentirsi parte di un obiettivo che va al di là di un mero soggettivismo. Il sentimento di responsabilità individuale e collettiva ed il privilegio di esser coinvolti nel raggiungimento di un scopo a lungo termine dalla straordinaria valenza culturale, sociale e di impiego professionale, permetterà così di contare su una azione fattiva, volontaria e risoluta di tutti i soggetti coinvolti.

Operápolis è un programma basato su un piano d’azione pluriennale che opera a livello locale, regionale, nazionale ed internazionale.
Nato dall’idea di un gruppo di giovani artisti, vuol essere un’opportunità di crescita e di reazione all’attuale momento storico di regresso socio-culturale. La creazione di una realtà musicale collettiva finalizzata non solo alla produzione concertistica ma soprattutto alla realizzazione di un

processo virtuoso in ambito formativo

, rappresenta il punto focale dell’azione programmatica nonché la chiave per l’evoluzione progressiva e la sostenibilità futura della realtà stessa.

Il Programma prevede numerose azioni tra le quali: la costituzione della

Compagnia Lirica, Coro e Orchestra Simon Boccanegra

; la produzione di stagioni concertistiche; la creazione del primo

Polo Culturale di Genova

per la formazione di musica d’assieme, preparazione degli spettacoli e incontro promotori/esecutori/beneficiari delle attività; la realizzazione dei

Percorsi Formativi nelle scuole

volti alla sensibilizzazione musicale attiva e alla moltiplicazione dei beneficiari dell’attività programmatica; la costruzione di una folta Rete di collaboratori finalizzata al sostentamento della realtà e alla crescita/divulgazione esponenziale del programma.

Chiudi
Operápolis